[Vai al contenuto] | [Home page] |
Home >>Chi siamo

L’Istituto Autonomo Comprensivo Pignataro Maggiore/Camigliano nasce il 1° Settembre 2016 in seguito alla riorganizzazione della rete scolastica. L’aggregazione di due Istituti Comprensivi dislocati su Comuni viciniori ha rappresentato motivo di evidente arricchimento dal punto di vista socio-culturale e territoriale, consentendo la nascita di una nuova realtà scolastica numericamente forte e professionalmente qualificata. Il bacino di utenza del nuovo I.A C. comprende i Comuni di Pignataro Maggiore, Camigliano e Pastorano. Ogni Comune, pur mantenendo la propria identità urbanistica, storica e culturale, evidenzia caratteristiche simili, dovute alla vicinanza territoriale. I tre Comuni presentano una composizione sociale eterogenea, con una discreta presenza di popolazione di immigrati proveniente da paesi europei ed extraeuropei. Gli studenti che frequentano l’Istituto evidenziano una provenienza socioeconomica variegata, che rispecchia le caratteristiche del tessuto socio-economico e sociale formato da commercianti, professionisti, agricoltori e operai. Non mancano disoccupati, cassintegrati e famiglie economicamente depresse e culturalmente arretrate. L'assenza di spazi, visti come punto di aggregazione, stimola i giovani a trovare momenti di socializzazione nelle strade e nei bar. In questo contesto, la Scuola viene ad occupare un posto di rilievo nell'educazione dei ragazzi, per cui il nostro obiettivo primario, di “apertura ricettiva e interattiva al territorio”, dovrà essere quello di fornire motivazioni e stimoli alla partecipazione, cercando di mediare i contenuti culturali, renderli assimilabili e motivare all'operatività. Apertura al territorio significa apertura alle necessità formative della società, alle proposte delle agenzie culturali e degli enti più vivi ed interessanti che su tale territorio si trovano ad operare, contribuendo con essi all’individuazione della sua vera identità.

Pignataro Maggiore

Pignataro, Comune della Provincia di Caserta da cui dista 20 Km., si estende ai piedi del Monte Maggiore fino alla pianura della Campania "Felix". Nel suo territorio si intersecano due importanti arterie nazionali, l'Appia e la Casilina; tra queste due strade si trova la linea ferroviaria Napoli – Cassino - Roma (la stazione è situata a 3 Km); parallela-mente ad essa si snoda l'Autostrada del Sole Milano - Napoli, con il casello di Capua a soli 4 chilometri. L’ultimo censimento rileva 6233 abitanti. I nuclei familiari sono prevalentemente formati da 4/5 persone. L’attività tradizionale è quella agricola, ma negli ultimi decenni, tra la Casilina e l'Appia, sono sorte diverse fabbriche; sul territorio sono presenti anche artigiani quali: fabbri, falegnami, idraulici, imbianchini, elettricisti. Per quanto riguarda il livello culturale irrilevante è il numero degli analfabeti. Scarsa è l'evasione dell'obbligo scolastico ed alta è la percentuale dei giovani iscritti alle scuole superiori. Dal punto di vista specificamente scolastico la preparazione e il grado di maturazione degli allievi si presenta eterogeneo. Diversi allievi denotano una intelligenza viva e un interesse pronto, molti altri manifestano difficoltà e carenze più o meno rilevanti nel comprendere e nel comunicare in lingua italiana e scarsa disponibilità all’apprendimento in quanto risentono sia del linguaggio dialettale con cui essi normalmente comunicano in famiglie, sia della limitatezza dell’ambiente nell’attuare le loro potenzialità cognitive ed espressive .

Camigliano

Camigliano è un piccolo Comune della provincia di Caserta, con popolazione residente di circa 2000 abitanti. Il paese è ben collegato a tutta la provincia e vi si può arrivare attraverso l’autostrada A1, uscendo al casello di Capua, passando per il confinante comune di Pastorano. Il territorio è protetto da modeste alture e da un lato è sovrastato dal Monte Maggiore; altre colline lo separano dai comuni di Pontelatone, Bellona e Vitulazio. L’abitato è circondato da campi dalla buona fertilità, destinati attualmente a vigneti, frutteti, uliveti e ortaggi vari. Negli ultimi anni si è potuto assistere ad un mutamento della composizione della popolazione, dovuto ad una serie di fattori quali l’emigrazione, con relativo ritorno al paese d’origine e il sorgere di piccoli insediamenti industriali nei dintorni. Da ciò consegue che gli originari contadini si sono trasformati in operai o addetti a settori diversi da quello agricolo. Ricco di storia e di tradizioni, il territorio di Camigliano presenta varie ed interessanti testimonianze. Degna di nota è la Chiesa Patronale del XVI sec. dedicata a S. Simeone Profeta e, tra i luoghi di culto, molto suggestiva è la Grotta di San Michele, che sorge non lontana dai resti di quella che dovette essere, secondo gli storici, la “Villa Camilliana” di epoca romana.

Pastorano

La popolazione scolastica di Pastorano comprende anche gli obbligati delle due frazioni di Pantuliano e S. Secondino. L’insieme di questi tre centri abitati formano il Comune di Pastorano che si estende per circa tre chilometri; come superficie è un comune molto esteso, mentre gli abitanti risultano essere circa 3000. Attualmente l’economia del Comune è di tipo agricolo-industriale. Nel comune di Pastorano sono presenti diverse aziende agricole con allevamento di bovini e di bufale, specializzate nella produzione della mozzarella. L’esigua offerta lavorativa e la precarietà delle recenti industrie situate sul territorio e nelle zone limitrofe ha ulteriormente aggravato il problema della disoccupazione che incide sulla realtà sociale ed inevitabilmente anche in parte sull’attività e sul rendimento scolastico.

Le famiglie dei tre Comuni, se sollecitate, partecipano in maniera sostanziale alla vita della scuola; tuttavia vanno sollecitate ad una più fattiva e proficua collaborazione.

È da notare che nei tre Comuni, da qualche anno, si sta assistendo alla presenza di un consistente numero di immigrati extracomunitari, la frequenza dei cui figli a scuola determina, giorno per giorno, necessità di confronto con altre culture e necessità di indire progetti d’inserimento/integrazione con la comunità.

Brochure su Pignataro Maggiore "il paese della musica" realizzata dagli studenti della scuola secondaria di I grado di Pignataro classi IA, IB, IC

 

[Torna all'inizio del contenuto] [Torna al menu di navigazione] [Home page]